Divertimenti festivi per i bambini - Levistrix.itPer I piccoli italiani, le le giornate festive vengono associate naturalmente con qualcosa di incredibile, gioioso e gradevole e con regali. Infatti, al Natale è rito riunirsi con tutta la famiglia. Intanto che i genitori parlano durante la cena, i ragazzi di solito giocano giochi da tavolo, attendersi con impazienza i momenti il tempo, quando comincia il regalare dei doni. I mercati di Natale iniziano la loro attività praticamente qualche settimana prima della festa, tuttavia, sempre più italiane preferiscono comprare regali on line, per esempio, sulla pagina https://www.elfisanta.it/lettera-di-babbo-natale.html, dove si può trovare un regalo per tutti i gusti-gusto. In modo tradizionale, in Italia, ai bambini vengono regalati giocattoli, diversi-diverse di ogni specie e molti libri, nei quali preventivamente sono nascoste cartoline illustrate contenenti auguri di forte salute e successo all’apprendimento.

Molte famiglie, per le feste, nei giorni festivi, aspirano a visitare un qualsiasi parco tematico di divertimenti. Il più grande parco italiano di divertimenti è Edenlandia a Napoli. Non meno popolare è il parco Mirabilandia a Rimini: oltre le attrazioni che funzionano in permanenza, nella-nel-nell’ periodo estivo, in questo luogo, aprono ancora due zone acquatiche.

Quelli, che amano la natura viva, saranno interessati del Aquarium di Genova e del parco naturale Natura Viva, dove per gli scolari e gli studenti vengono presentate gite speciali.

La versione italiana del Disneyland – il parco Gardaland sul lago Garda, non cede al suo analogo americano. Più di quaranta variate attrazioni, numerosi aree di riposo, caffetterie un’albergo che offre la possibilità a tutta la famiglia di passare delle feste eccezionali.

In Italia, qui c’è, esiste anche un parco di miniature autentico. E assai interessante il fatto che c’è la possibilitàdi passare fra gli analoghi in miniatura degli edifici italiane-italiani in gondola, che è 5 volta meno per dimensioni di quella autentica veneziana. C’è la possibilità di vedere le opere esposte anche dall’alto, dalla carrozzina della monorotaia “Arcobaleno”.